Giovedì 24 Aprile 2014

 

Toro
21/03 - 19/04
 Luna<br>calante da ultimo quarto Luna
calante da ultimo quarto
Sorge    Tramonta
      
S. Adalberto vescovo
S. Saba martire
153255 pagine sfogliate
29823 questa pagina
2 Utenti connessi
Home  Attività 2014
cambia sfondo

Le attività della Pro Loco Adelfia 2014

3
Maggio
Paola Calvetti
#
Paola Calvetti presenta il suo nuovo romanzo “Parlo d'amor con me” ad Anteprime 2013.
LIBro apERtO

“Delle mie opere, quella che mi piace di più è la Casa che ho fatto costruire a Milano per accogliervi i vecchi artisti di canto non favoriti dalla fortuna, o che non possedettero da giovani la virtù del risparmio”: così scrive Giuseppe Verdi in una lettera.

Unica al mondo nel suo genere, la casa di riposo voluta dal ...grande Maestro - che le destinò la propria eredità - aprì i battenti nel 1902: oggi tutti a Milano sanno dove si trova Casa Verdi, tra le cui mura austere e accoglienti vivono decine di musicisti anziani e non solo.

È in questa Casa speciale che Paola Calvetti sceglie di immaginare la vita di Ada, eccentrica cameriera che cova un sogno nel cuore: un personaggio "emarginato" e struggente, come Rigoletto, come Violetta, come tanti altri che Verdi rese immortali nelle sue opere.
Muovendosi in punta di piedi, Ada conosce tutti gli ospiti e di tutti “colleziona” le vite ardenti.
Piera, che muove ancora con grazia le mani sul pianoforte, Kimiko, soprano giapponese, Luisa, la famosa Annina che cantò nella Traviata insieme a Maria Callas, Ferro, il violinista gentiluomo che in gioventù spezzò decine di cuori, e gli altri si preparano con trepidazione a una grande festa, e intanto lasciano riaffiorare le proprie passioni non sopite. Come la musica, che non teme il tempo, come l'amore, che può (ri)nascere anche tra le pareti di Casa Verdi...

Nel bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, Paola Calvetti celebra il Maestro attraverso quella che egli stesso considerava la sua opera più imperitura e insieme dà vita a un libro intenso e inconsueto, che racconta come l'arte sia inestricabilmente congiunta alla vita e possa renderla degna di essere vissuta.

2° Rassegna Culturale “LIBro apERtO”
Sabato 3 maggio, ore 19,30
Auditorium A. Cafaro
Corso Umbero I, 119 - Adelfia (Ba)
Location

accompagnerà:

la soprano ANTONIA GIOVE
al pianoforte CINZIA MAURANTONIO

in mostra
“Verdi e le sue opere” di Vitoronzo Pastore, Mostra G. Verdi Vitoronzo Pastore

Evento organizzato da:
Pro Loco, La Compagnia del Borgo, Ars Adelfia, Libreria Culture Club Cafè

20-21-22
Aprile
Madonna della Stella
Festa della
Madonna della Stella

Anche quest'anno, ad Adelfia, si ripete il tradizionale e secolare (più di 8 secoli di venerazione) appuntamento con la FESTA DELLA MADONNA DELLA STELLA, compatrona di Adelfia.

20, 21 e 22 aprile 2014

Celebrazioni religiose, manifestazioni civili, fuochi pirotecnici, artistiche luminarie e concerti bandistici renderanno magici questi tradizionali tre giorni della primavera pugliese ricchi di fede e gioia di stare assieme.

29
Marzo
Sahar Delijani
Sahar Delijani
Evento a cura dell' Associazione La Compagnia Del Borgo, Pro Loco Adelfia e della Libreria Culture Club Cafè.
Evento patrocinato dal Comune di Adelfia e presente su Puglia Events. Moderatrice Daniela Viterbo
LIBro apERtO

I Appuntamento della Rassegna Culturale Adelfiese - LIBro apERtO, Sabato 29 Marzo 2014, Palazzo Marchesale dei Nicolai presso Sala Parrocchiale (Parrocchia Immacolata) - Largo Castello - Adelfia, presentazione del Libro della scrittrice iraniana Sahar Delijani.

Sahar Delijani è nata in Iran ed è cresciuta in California. Il suo romanzo di esordio, L’Albero dei Fiori Viola,è stato pubblicato nella primavera del 2013 in 74 Paesi e tradotto in 27 lingue.

Una vecchia casa con il portone azzurro, stretta tra i palazzi della moderna Teheran. E al centro del cortile, un magnifico albero di jacaranda. è qui, sotto un tripudio di fiori dalle mille sfumature di rosa e di viola, che si intrecciano le storie di Maman Zinat, Leila, Forugh, Dante, Sara e tanti altri. Membri della stessa famiglia perseguitata da un regime brutale. Voci di un paese esaltato dalla Rivoluzione e subito inghiottito dall’abisso della tirannia. La giovane Azar, arrestata per motivi politici, partorisce al cospetto della sua carceriera una bimba bellissima: Neda. Capace, con la sua sola presenza, di ridare speranza anche a chi credeva di averla persa per sempre. Maman Zinat aspetta che le sue figlie vengano rilasciate dal carcere e intanto cresce i tre nipotini, tessendo con silenziosa tenacia i sogni e le paure di tre generazioni. E per due amanti – Leila e Ahmad – separati dalla Storia, altri due trovano il modo di tendersi finalmente la mano. Nata nella prigione di Evin, a Teheran, Sahar Delijani mescola realtà e finzione in questo potente e ispirato primo romanzo. Che prende spunto dalle vicissitudini della sua famiglia per disegnare il ritratto di un popolo affamato di libertà.

Info:
Evento